Elyfem 30 ® – compendium.ch

Consiglio di evitare assolutamente l’automedicazione anche dei farmaci da banco e di rivolgersi sempre al proprio medico. Dal momento che nelle donne al di sotto dei 40 anni il cancro mammario e’ evento raro, il numero di casi in piu’ di cancro mammario diagnosticati nelle donne che assumono o hanno assunto di recente un contraccettivo orale combinato e’ basso rispetto al rischio di cancro mammario che si corre durante l’intera vita di una donna. Seguire quindi i giorni nell’ordine, prendendo una compressa senza masticarla, ogni giorno alla stessa ora, preferibilmente la sera, fino ad esaurimento. Continuare l’assunzione giornaliera abituale, ma adottare misure contraccettive supplementari per il resto del ciclo per evitare l’instaurarsi di una gravidanza che renderebbe necessaria l’immediata interruzione del trattamento. Legga attentamente questi paragrafi e consulti il medico immediatamente se necessario. Continuare l’uso di NuvaRing come d’abitudine. Prenda la pillola appena se ne ricorda e poi segua il ritmo usuale.

Gli altri effetti indesiderati più comunemente riportati negli studi clinici con desogestrel (> 2,5%) sono stati acne, modificazioni dell’umore, dolore mammario, nausea ed aumento del peso corporeo. il preservativo. Emicrania Un aumento della frequenza e della gravità dell’emicrania durante l’uso del contraccettivo ormonale combinato (che può essere prodromico ad un evento cerebrovascolare) potrebbe essere motivo di immediata interruzione. Lavarsi le mani prima di inserire o rimuovere l’anello. La ricomparsa di ittero colestatico già manifestatosi in gravidanza o durante precedente trattamento con steroidi sessuali richiede l’interruzione del contraccettivo orale combinato. Il tumore al seno diagnosticato nelle donne che prendono la pillola tende ad essere clinicamente meno avanzato rispetto a quello diagnosticato nelle donne che non ne fanno uso. se fuma.

In questi casi si applicano le raccomandazioni riportate per le compresse dimenticate nel paragrafo 4.2. con l’aumento dell’età (in particolare a partire dall’età di circa 35 anni); in caso di sovrappeso (Body-Mass-lndex superiore a 30 kg/m2); in caso di precedente formazione di trombi (trombosi a una gamba, embolia polmonare o altrove), in un fratello o una sorella o, in gioventù, in uno dei genitori (di età inferiore ai 50 anni), oppure se lei o uno dei suoi parenti prossimi ha un disturbo della coagulazione ereditario conosciuto o sospetto. Per i contraccettivi orali contenenti 30 mg di etinilestradiolo in combinazione con desogestrel e gestodene si calcola un rischio relativo complessivo per la TEV tra 1,5 e 2,0 rispetto ai contraccettivi orali contenenti meno di 50 mg di etinilestradiolo e levonorgestrel. I sintomi di trombosi/tromboembolia venosa/arteriosa o di ictus includono: dolore insolito, unilaterale e/o gonfiore nella gamba; grave e improvviso dolore toracico, indipendentemente dall’irradiazione al braccio sinistro; improvvisa mancanza di respiro; tosse improvvisa; qualsiasi tipo di mal di testa, insolito, grave, prolungato; improvvisa perdita parziale o completa della vista; diplopia; eloquio difettoso o afasia; vertigini; collasso con o senza attacchi epilettici focali; improvvisa debolezza o intorpidimento molto marcato di un lato o di una parte del corpo; disturbi motori; addome “acuto”. La confezione di Fedra contiene 21 compresse, tutte contrassegnate con il giorno della settimana nel quale ciascuna deve essere presa. Quando aumenta il rischio che possano formarsi coaguli di sangue in una vena? Il rischio associato agli altri prodotti come Antela può essere anche doppio.

Questo rischio elevato è presente a partire dalla prima assunzione di Minulet o dal momento della ripresa dell’assunzione (dopo un periodo di almeno 4 settimane o un periodo più lungo senza COC). Non è raccomandato l’uso MINESSE se si allatta al seno. In caso di dubbi consulti il medico, perché alcuni di questi sintomi, come la tosse o il respiro affannoso, possono essere scambiati per una malattia meno grave, ad esempio per un’infezione delle vie respiratorie (come un comune raffreddore). E’ generalmente ben tollerato; occasionalmente durante i primi mesi ditrattamento possono manifestarsi emorragie non regolari; l’esperienzaha dimostrato che questo e’ un fenomeno temporaneo, se si verifica non bisogna interrompere l’assunzione delle compresse. Il medicinale contiene lattosio quindi in caso di accertata intolleranza agli zuccheri contattare il medico curante prima di assumere il medicinale. Giovani donne nelle quali i cicli mestruali non sono ancora stabilizzati. Si deve allora osservare un intervallo libero da pillola che duri fino a 7 giorni, compresi quelli nei quali sono state dimenticate le compresse, e poi proseguire con un nuovo blister.

– nelle arterie (condizione chiamata “trombosi arteriosa”, “tromboembolia arteriosa” o TEA). Per una descrizione dei sintomi di questi gravi effetti indesiderati vada al paragrafo “Come riconoscere un coagulo sanguigno”. Come tutte le pillole contraccettive, LOETTE non protegge nei confronti dell’infezione da HIV (AIDS) o di qualunque altra malattia a trasmissione sessuale. In presenza di una qualunque delle condizioni sottoelencate, l’uso della pillola di tipo combinato può richiedere una stretta sorveglianza da parte del medico. Era arrivato IL momento. praticata la successiva iniezione. La donna può iniziare immediatamente, senza bisogno di ulteriori misure contraccettive.

E’ possibile iniziare anche tra il secondo e quinto giorno del ciclo ma, in questo caso, durante il primo ciclo si raccomanda di impiegare anche un metodo di barriera nei primi sette giorni di assunzione delle compresse.

Leave a Reply